La pace va sorretta dall'unità dei cristiani



Sono ancora troppe le divisioni e i nazionalismi religiosi, come ricorda spesso papa Francesco

Le tensioni tra Russia e Ucraina si inseriscono nel più complesso assestamento geopolitico, dopo la fine della geografia della guerra fredda. Il ridimensionamento dello spazio di Mosca ha indotto un processo di umiliazione della dimensione imperiale della Russia e una sua maggiore sensibilità all'allargamento della Nato e dell`Ue nello spazio dell'ex Patto di Varsavia e dell'Urss. Qui le radici delle tensioni attuali che possono portare a un conflitto. Le diplomazie europee, americana, russa e ucraina si sono cimentate da settimane sul problema. Speriamo si sia evitato il conflitto, un'irragionevolezza per tantissimi motivi. Un conflitto gravissimo proprio in Europa, che coinvolge una superpotenza e un grande Paese europeo.

Mi ha colpito, nonostante la preoccupazione diffusa, la scarsa presenza di un'opinione pubblica capace di riaffermare il valore della pace. 

Continua a leggere l'editoriale di Andrea Riccardi su Famiglia Cristiana

Commenti