martedì 9 giugno 2015

Oriente e Occidente, fratelli che hanno bisogno di parlarsi. Riccardi a #civilizationsindialogue

Andrea Riccardi interviene a #civilizationsindialogue
L'intervento di Andrea Riccardi all'incontro "Oriente e Occidente, dialoghi di civiltà" che si tiene l'8 e il 9 giugno 2015 a Firenze, con la partecipazione di autorevoli rappresentanti del mondo musulmano e mediorientale, organizzato dalla Comunità di Sant'Egidio.

Oriente e Occidente sono termini evocativi. Non è semplice definire i loro confini, anche se ci sono stati imperi d’Oriente e d’Occidente. Non facilmente definibili, eppure Oriente e Occidente esistono: due grandi realtà della storia che abbiamo incontrato. Esistono nella percezione delle persone e nella vita dei popoli. Sono realtà non sempre identificabili territorialmente. Tanto che l’Occidente è più grande dell’Europa e delle Americhe. L’Oriente che rappresentate è forse uno degli Orienti, accanto all’India, alla Cina, ai mondi asiatici. L'islam è più vasto dell'Oriente arabo-islamico. Nell'Oriente arabo-islamico ci sono anche i cristiani. 
Oriente e Occidente esistono. Sono culture, civiltà, mondi. S'intersecano tra di loro, tanto che si parla di un Oriente interiore all’Occidente o di un’occidentalizzazione dei paesi orientali. Molto si potrebbe però dire riguardo alla storia, alla tradizione, alla cultura di questi due mondi. Le biblioteche sono piene di studi antichi e recenti in proposito. CONTINUA A LEGGERE

Nessun commento:

Posta un commento