lunedì 1 luglio 2013

Andrea Riccardi e Franco Cassano tracciano un cammino non solo spirituale verso un mondo pacificato

La collana "Le Beatitudini", edita da Lindau, nasce dall`attualità del messaggio di Cristo.
Uomini di scienza e cultura si confrontano in merito al pensiero occidentale, legato indissolubilmente alla parola di Dio, che influenza il nostro senso d`umanità: preservare gli indifesi, ricercare la pace, sviluppare la serenità interiore.
In questo volumetto - dal titolo evangelico "Beati gli operatori di pace perché saranno chiamati figli di Dio" - Andrea Riccardi e Franco Cassano inanellano due saggi paralleli. Il fondatore della Comunità di Sant`Egidio, ben prima del suo passaggio nel governo Monti, ha abbinato senza sosta l`attività di pacifista a quella di accademico e studioso della Chiesa. Cassano - dal canto suo come
sociologo e politico progressista, nonché accademico a sua volta, ha da sempre a cuore l`importanza universale dei beni comuni, contrapposta ai moderni egocentrismi figli del progresso e del mercato. Su uno scenario di perduranti guerre e violenze diffuse i due studiosi tracciano un cammino, non solo spirituale, verso un mondo pacificato. Nel primo saggio, Riccardi si richiama all`atavico sogno di pace dell`umanità: le comunità cristiane, e il loro operato su tutto il globo, sono individuate come forza insostituibile per resistere alla violenza. Nel secondo trattato, il sociologo Franco Cassano - focalizzandone il valore trascendente - individua l`eccezionalità della settima Beatitudine nel suo non essere soltanto promessa di riscatto dei patimenti terreni nell`aldilà, quanto fattivo suggerimento d`un obiettivo concreto, qui e ora: la costruzione della pace, da realizzare insieme agli altri, senza aspettare il Giudizio Universale.

GIUSEPPE CIOTTA su "La Sicilia"



Nessun commento:

Posta un commento